News

Otturazioni al mercurio, la Federconsumatori: “Lorenzin intervenga”

L’Europa è chiamata ad intervenire e a fare chiarezza sulla questione della tossicità dell’amalgama di mercurio largamente utilizzata per le otturazioni dentarie. Il Parlamento Europeo ha opportunamente chiesto alla Commissione di promulgare il divieto di utilizzo di questo metallo in odontoiatria entro il 2022 ed è necessario che anche nel nostro Paese ci si muova in questa direzione, in modo che la medicina ufficiale e le autorità scientifiche riconoscano la tossicità dell’amalgama”.

Federconsumatori rilancia l’allarme mercurio che Test-Salvagente ha pubblicato nel numero in edicola, anticipando una ricerca che sarà pubblicata solo tra qualche giorno e che dimostra come al crescere delle carie trattate con questo amalga, salga l’esposizione al metallo.

L’associazione dei consumatori ritiene che non sia possibile continuare ad ignorare il gravissimo fenomeno da “accumulo da mercurio”. “Ricordiamo che l’amalgama non è una lega, bensì una mistura che lascia invariate le caratteristiche dei singoli componenti, compresa la tossicità del mercurio (che rappresenta il 50% del composto) ed è pertanto pericolosa per la salute” spiegano da Federconsumatori. E chiede indagini tossicologiche su chi ha (o sospetta di avere) otturazioni in amalgama di mercurio ed esorta il ministero della Salute ad attivarsi quanto prima per dare risposte e fornire soluzioni in merito ad un problema che solo in Italia coinvolge migliaia di persone.

Torna l’allarme mercurio nelle otturazioni dentali

Previous post

L'Efsa: i pesticidi killer delle api devono essere banditi

Next post

Gratta e vinci, ecco i sei più "sfigati"

The Author

Anna Gabriela Pulce

Anna Gabriela Pulce