News

Nuova condanna per l’aspartame: fa ingrassare e può provocare il diabete

Prima le accuse molto forti di mettere a rischio la salute. Ora il colpo finale che rischia di affossare definitivamente i dolcificanti come l’aspartame: le bevande che contengono questi edulcoranti non solo non fanno dimagrire ma possono far ingrassare.
Un colpo davvero mortale per chi sceglieva le varie diet convinto di poterle inserire in una dieta ipocalorica.
E invece, almeno per l’aspartame, il risultato è mettere su più peso e sviluppare malattie croniche come il diabete. Questo è quanto è stato misurato somministrando in laboratorio l’aspartame ai topi.

Gli esperimenti ora suggeriscono che quando l’aspartame raggiunge l’intestino, può disturbare i processi che sono vitali per neutralizzare le tossine dannose dai batteri che vivono lì. Interferendo con un enzima cruciale, queste tossine sembrano accumularsi, irritando le pareti dell’intestino e causando il livello infiammazione che alla fine può causare malattie croniche. “I nostri risultati indicano che l’aspartame non può funzionare per le diete, ma può addirittura causare problemi come l’obesità, malattie cardiache, diabete e sindrome metabolica”, spiega Richard Hodin uno degli scienziati del Massachusetts General Hospital di Boston che ha curato le ricerche.

L’enzima in questione si chiama fosfatasi alcalina intestinale (IAP) e funziona neutralizzando i lipopolisaccaridi, tossine batteriche che possono irritare il rivestimento dell’intestino. Ma quando la squadra di Hodin ha mescolato l’enzima con le bevande che contengono aspartame in laboratorio, è calata l’attività dell’enzima. Un cosa che non succedeva quando è stato mescolato con bevande zuccherate.
Quando il team di ricercatori ha iniettato aspartame nell’intestino dei topi, i livelli di IAP sono crollati del 50 per cento.

Il team ha anche trovato prove che, se consumato in combinazione con una dieta grassa, l’aspartame può portare a un maggiore aumento di peso nei topi. Il gruppo di cavie è stato nutrito con una dieta ricca di grassi per 18 settimane e quelli cheavevano assunto l’aspartame hanno mostrato un netto aumento di peso, maggiore degli animali che non l’avevano assunto. Non solo. Avevano anche alti livelli di zucchero nel sangue. Il mancato assorbimento dello zucchero in eccesso è un segno precoce di diabete.

Previous post

Olanda, al via la campagna contro il falso integrale. E da noi tutto tace

Next post

Pezzi di vetro nello stracchino, Granarolo ritira il formaggio

The Author

Roberto Quintavalle

Roberto Quintavalle