News

Se Mi Scordo? Ci pensa Equitalia con un sms o una email

Una rata in scadenza oppure l’apertura di una cartella esattoriale. Da oggi Equitalia avvisa i contribuenti con un sms o una email. Il servizio informativo, attivo da oggi, si chiama Se Mi Scordo. Le comunicazioni, ad oggi, previste da Se Mi Scordo sono di tre tipologie: quando a Equitalia viene affidato un debito da riscuotere da uno dei 6.700 enti e in particolare Agenzia delle Entrate, Inps, Inail, e quindi Comuni (3.500), Province (86), Regioni (18), Ordini professionali territoriali (363), Aziende di trasporti (30) ed altri enti creditori; quando il contribuente che ha un piano di rateizzazione con Equitalia non ha pagato almeno la metà del numero massimo delle rate previste per decadere; quando manca soltanto una rata prima di decadere dal piano concordato.

Come si richiede

Se Mi Scordo può essere attivato sia rivolgendosi ad uno dei 202 sportelli della società di riscossione, che sul portale www.gruppoequitalia.it. Nel primo caso è necessario compilare un semplice modulo in cui, oltre ai tradizionali dati personali e al codice fiscale, si deve scegliere se indicare il proprio numero di cellulare oppure la email su cui ricevere comunicazioni da parte di Equitalia. Per attivarlo dal sito è necessario accedere con le credenziali di accesso (SPID, Agenzia delle entrate, Inps e Carta Nazionale dei Servizi) all’area riservata. Cliccare quindi su “Se Mi Scordo”, inserire il proprio numero di cellulare o l’indirizzo di posta elettronica. Confermare e salvare i dati dopo aver letto l’informativa sulla privacy. A quel punto il contribuente riceverà il codice di verifica con sms o mail a seconda della opzione che ha indicato. Cliccando nuovamente su “Se Mi Scordo” potrà rendere attivo il servizio.  L’utente  può  decidere  se  attivare il servizio  che anticipa la cartella oppure quello relativo agli avvisi sulle scadenze delle rate.

Previous post

Truffe telefoniche, non richiamate questi numeri!

Next post

Quanto zucchero nelle bevande che consumiamo? L'infografica

The Author

Valentina Corvino

Valentina Corvino