News

La Coca-cola aumenta del 21% il rischio diabete, la light del 18%

Ogni bicchiere da 200 ml di bibita gassata, come la Coca-Cola, la Pepsi, la Fanta, aumenta del 21% la probabilità di sviluppare il diabete. E con la versione light? Il rischio scende un po’ e si attesta a un livello comunque alto: il 18%. A queste conclusioni sono giunti i ricercatori dell’Università Karolinska Institute, in Svezia, che hanno pubblicato lo studio sull’autorevole rivista scientifica European Journal of Endocrinology.

Due o più soft drink al giorno

Lo studio ha coinvolto un campione di 2.874 adulti  monitorati dettagliatamente durante il loro consumo giornaliero di bibite gassate per un anno. I partecipanti, che bevevano due o più drink zuccherati al giorno, sono risultati essere 2.4 volte più a rischio di diabete rispetto a coloro che non consumavano tante bibite gassate, incluse quelle “senza zucchero”, che tuttavia contengono dolcificanti artificiali altrettanto nocivi per la nostra salute.

Con cinque bicchieri il rischio cresce di 4,5 volte

La probabilità di contrarre diabete aumenta al crescere del consumo di soft drink. I ricercatori hanno scoperto che bere 5 bicchieri al dì di soft drink, le bevande gassate e zuccherate, aumenta il rischio di ben 4,5 volte. Inoltre, le bibite che contengono meno calorie o zero calorie, come nelle versioni “Light”, tendono a renderci più affamati e a causare languori . Inoltre i dolcificanti artificiali possono anche interferire con i batteri presenti nel nostro intestino, contribuendo allo sviluppo del diabete.

Previous post

Terremoto, come valutare le crepe su un muro?

Next post

Talco cancerogeno, nuova condanna per Johnson & Johnson

The Author

Ettore Cera

Ettore Cera