News

Le 6 piante “mangiaveleni”

Gli ambienti come le case e le scuole possono contribuire in maniera importante all’esposizione a determinati inquinanti che, in alcuni casi, come le Pm10 o la formaldeide, si trovano in quantità maggiore all’interno degli edifici piuttosto che all’esterno. È quanto hanno più volte dimostrato gli studi dell’Ispra. In molti casi si tratta di inquinanti che non possono essere eliminati alla fonte, a meno di interventi difficili, lunghi e costosi come la completa ristrutturazione dell’edificio secondo i migliori standard.
L’inquinamento da traffico, il rumore, le sostanze chimiche presenti nel mobilio e nelle pareti, la stessa anidride carbonica prodotta dagli occupanti della casa e della scuola, o la polvere che si annida ovunque sono tutti fattori con cui si deve fare i conti ogni giorno nelle aule scolastiche. Ci sono però dei piccoli accorgimenti facili e poco costosi che possono tenere sotto controllo alcuni di questi fattori. Ecco qualche esempio di piante che possono aiutare a tenere sotto controllo i maggiori inquinanti.

 

piante mangiaveleni

Previous post

Acrilammide, nuovi rischi nella frutta secca

Next post

Novalgina richiama 20 lotti per scadenza sbagliata

The Author

Anna Gabriela Pulce

Anna Gabriela Pulce