CHIEDILO AL TEST

8mila euro di bolletta per 4 anni di consumi mai fatturati da Engie

Gentile direttore,

le espongo il caso di una bolletta di conguaglio di circa quattro anni (dal 18.05.2015 al 31.07.2016) della ditta Engie (luce e gas)  per un totale di 8.381,33 euro. Volevo chiederle come muovermi in relazione a questo pagamento. Si tratta di consumi effettivi, però mai fatturati in precedenza.

Lettera firmata, Motteggiana (Mn)

Caro lettore, come sempre facciamo in questi casi, abbiamo chiesto lumi a un’esperta nella difesa dei consumatori: Valentina Masciari, responsabile del servizio utenze di Konsumer Italia. Ecco cosa ci ha risposto.

virgolette aperturaPer una fattura di conguaglio di tale importo, va inviata al fornitore, a prescindere dalla correttezza o meno,  una contestazione nella quale si chiede la verifica dei costi e consumi addebitati; a margine della contestazione e comunque solo al termine di tale verifica e relativa risposta, si richiede una congrua rateizzazione.
Sarebbe necessario che la contestazione venisse fatta in modo mirato, controllando cosa effettivamente viene addebitato e magari facendo anche un confronto con la media dei consumi del cliente.
Sottolineo anche, che non è indice assoluto di correttezza, il fatto che venga riportata la dicitura “consumi reali”, perché, per esperienza, solo l’esibizione delle rilevazioni del Distributore può dare conferma di ciò e quindi della correttezza dei dati presenti in fattura.virgolette apertura
In conclusione, dopo aver visionato per intero la fattura, sarebbe il caso di procedere con la contestazione che sospende anche i termini di pagamento della fattura stessa.

Previous post

Il concorso "Regina ti premia" e le prove di acquisto richieste dalla Sofidel

Next post

Infettati da un virus attraverso Spotify. L'azienda ammette l'incidente

The Author

redazione il Test

redazione il Test