News

Movimento Consumatori appoggia la campagna “Legalizziamo”

Domani, 24 settembre, e domenica in tutta Italia si raccoglieranno le firme a sostegno della proposta di legge d’iniziativa popolare per la regolamentazione legale della cannabis depositata in Corte di Cassazione dai Radicali italiani insieme ad altre associazioni. Il Movimento Consumatori appoggia l’iniziativa e invita a firmare: “Riteniamo opportuno che i cittadini favorevoli alla legalizzazione della cannabis possano contribuire a dare una spinta al lavoro del gruppo interparlamentare e un sostegno alla proposta di legge presentata in Parlamento – dice Alessandro Mostaccio segretario generale MC – Non vogliamo liberalizzare, ma disciplinare nel dettaglio, per questo scegliamo e sosteniamo la proposta di legalizzazione”.

I vantaggi di una buona Legge

Secondo l’associazione, il fallimento di decenni di politiche repressive è effettivamente visibile a tutti. Legiferare la coltivazione e la vendita potrebbe dare buoni risultati in termini di deflazione del carico giudiziario, di liberazione di risorse disponibili delle forze dell’ordine e magistratura per il contrasto di altri fenomeni criminali e di prosciugamento di un mercato che, almeno in parte, è di appannaggio di associazioni criminali agguerrite. Sottrarre in un colpo solo un mercato illegale italiano stimato tra i 15 e i 30 miliardi di euro alle mafie e trasformarlo in legale, costituirebbe una “rivoluzione” senza precedenti che già da sola dovrebbe motivarci nel sostenere la proposta di legge di legalizzazione. Sul piano fiscale si ipotizzerebbero entrate tra i 10 e i 20 miliardi. “Come associazione di consumatori che vuole promuovere anche il benessere personale e sociale, abbiamo anche altre importanti motivazioni – conclude Mostaccio – mi riferisco soprattutto agli effetti positivi sul piano sociale e sanitario, grazie al controllo della qualità delle sostanze vendute”.

La mappa dei tavoli in cui firmare è presente all’indirizzo http://www.legalizziamo.it/tavoli

Previous post

Dagli eurodeputati agli chef: tutti contro il gigante Bayer-Monsanto

Next post

Test francese: lavare o sbucciare la frutta non elimina i pesticidi

The Author

Valentina Corvino

Valentina Corvino