News

Gran Bretagna, scoperti 69 integratori sportivi illegali venduti online

L’agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari inglese (Mhra) ha condotto una comparazione in concomitanza con le Olimpiadi di Rio, ha trovato ben 69 integratori ad uso sportivo illegali venduti in 16 negozi online. Chris Jones, direttore dell’apposita sezione della Mhra, ha dichiarato a Foodnavigator.com che in un anno come quello olimpionico, in cui il “potenziale di vendita dei prodotti illegali” è maggiore, l’agenzia aveva impiegato “tempo e risorse su questa area di mercato, per aiutare sia le aziende e che il pubblico”.Si tratta di prodotti contenenti sostanze stimolanti illegali come la Dmaa (Dimetilamilamina / metilexaneamina), yohimbina, efedrina e sinefrina. La Mhra ha sottolineato come normalmente questi prodotti sarebbero legai solo tramite controlli e prescrizione medica, in particolare la Dmaa, rischioso per la salute pubblica.  “Mentre gli integratori sportivi sono regolamentati come alimenti, abbiamo lavorato insieme all’industria per riesaminare il mercato e abbiamo indagato la vendita non autorizzata di farmaci con lo scopo di essere commercializzati come integratori per lo sport,” ha detto il dottor Jones, aggiungendo: “I risultati della nostra seconda revisione nel settore degli integratori sportivi mostra che ci sono alcuni segnali di miglioramento, più aziende stanno agendo seguendo le preoccupazioni del Mhra.” Il consiglio è quello di comprare su siti solo da rivenditori accreditati.

Previous post

Volkswagen, maxi multa dell'Antitrust

Next post

Carrefour ritira pomodori secchi per frammenti di vetro

The Author

redazione il Test

redazione il Test