News

Barilla in tribunale negli Usa: “inganna i clienti”

Barilla sotto accusa. Con un titolo di questo tenore Fox news, ha rilanciato una brutta gatta da pelare per il leader mondiale della pasta, accusato negli Usa di ingannare i clienti, riempiendo le sue grandi scatole di maccheroni e fettuccine per circa tre quarti.
Quattro i consumatori di New York che hanno portato in tribunale la Barilla con l’accusa di usare “confezioni ingannevoli” per confondere i consumatori e fargli credere che stanno facendo generosi rifornimenti di pasta.
“Barilla si basa sulla familiarità dei consumatori con il formato della scatola e l’aspetto, oramai familiare dopo decenni di marketing, inducendoli a pensare che acquistano la stessa quantità di pasta, quando, in realtà, l’azienda sta riempiendo i suoi contenitori con sempre meno prodotto” dice l’accusa.
I clienti di New York lamentano il 9,4 per cento di prodotto in meno nelle scatole Pasta Protein Plus, il 17,4 per cento in meno di pasta da cereali integrali e ben il 25 per cento in meno di prodotto senza glutine.
La nuova confezione specifica ovviamente di essere “a peso netto ridotto” , ma i clienti lamentano comunque di non essere informati adeguatamente.
E così hanno fatto causa per risarcimento danni.
Barilla, produce circa il 25 per cento di tutto la pasta venduta negli Stati Uniti e di certo non ha gradito questa pubblicità…

Previous post

Il mercato non si fida di Mps e Unicredit: obsolete e poco affidabili

Next post

Dopo il glifosato, Xtend. E Monsanto mette in ginocchio la soia Usa

The Author

Roberto Quintavalle

Roberto Quintavalle