News

Ecco le 6 alternative al glutine più sane

Avete giurato guerra al glutine perché vi siete scoperti intolleranti o perché vi provoca quel fastidioso senso di gonfiore? Esistono valide alternative che non contengono questa proteina e in più possono apportare benefici, ad esempio, per combattere l’influenza oppure per migliorare la fertilità della donna. Ecco quali sono.

  1. Il grano saraceno: il nome non deve trarre in inganno, infatti, non contiene utile. Inoltre è molto indicato alle donne che vogliono una gravidanza: cento grammi di farina di grano saraceno contiene il 33 per cento della dose giornaliera raccomandata di acido folio. Questo cereale fa bene anche agli uomini: gli studi dimostrano che il folato e lo zinco presenti naturalmente nel grano possono aumentare il numero degli spermatozoi del 74 per cento.
  2. Il riso nero: uno studio pubblicato su Nutrition Research ha rilevato che le donne che hanno mangiato riso nero sono dimagrite di più rispetto a quelli che si sono alimentate con il riso bianco. Gli autori dello studio attribuiscono questa conclusione alla differente quantità di fibre: il riso bianco ha 8 grammi di fibre (per 100 grammi di riso), mentre quello bianco vanta 23 grammi di fibre.
  3.  La quinoa: ricco di proteine, è un cereale ideale per chi vuole aumentare massa muscolare. Uno studio pubblicato sul Journal of Cereal Science ha scoperto che 100 grammi di farina di quinoa ha 13,5 grammi di proteine, il 29 per cento della dose giornaliera raccomandata per le donne e 24 per cento per gli uomini.
  4. L’amaranto: ricco di fibre, può ridurre il colesterolo e l’ipertensione. In uno studio su Nutrition Research, gli scienziati hanno scoperto che l’amaranto ha un indice glicemico simile a pane bianco questo significa che è ideale per gli atleti che hanno bisogno di un “carico di carboidrati” prima di un evento di resistenza come una gara di mezza maratona, maratona o di avventura.
  5. L’avena: una revisione scientifica ha rilevato che il beta-glucano, di cui l’avena è ricco, combatte la resistenza all’insulina, che porta al diabete, obesità, colesterolo alto, e pressione sanguigna alta.
  6. Il teff: il teff è un cereale privo di glutine originario dell’Etiopia e dell’Eritrea, dove viene sfruttato sin dall’antichità per le sue proprietà benefiche e virtù curative. In particolare,  sono note le sue qualità nel contrastare la sindrome influenzale e il raffreddore: contiene il 53 per cento della dose giornaliera raccomandata di magnesio, il 52 per cento di zinco e il 47 per cento della RDA di ferro. Studi hanno dimostrato che questi tre elementi sono essenziali per la funzione immunitaria.
Previous post

Smartphone, 4G a pagamento. Ad agosto parte Tre con 1 euro al mese

Next post

Cibo, caldo e tossinfezioni: gli errori da non commettere

The Author

Valentina Corvino

Valentina Corvino