News

E.coli nell’insalata, autorità inglesi consigliano blocco delle importazioni

Le autorità britanniche hanno ordinato ai grossisti che riforniscono ristoranti e supermercati inglesi di bloccare le importazioni di rucola in busta provenienti dal bacino del Mediterraneo. La decisione segue la scoperta di una contaminazione da E.coli che ha provocato il decesso di due persone e l’intossicazione di 150. La Public Health England, l’omologo del nostro ministero della Salute, ritenendo che la fonte della contaminazione sia una partita di lattughe proveniente dal Mediterraneo, non escludendo il coinvolgimento dell’Italia, ha chiesto ai grossisti il blocco precauzionale mentre ai consumatori ha consigliato di non cambiare le proprie abitudini alimentari ma di fare più attenzione alle norme igieniche.

La Food standard agency, in particolare, consiglia di lavare accuratamente rucola e insalata nonostante questi siano prodotti già pronti all’uso. Attenzione – suggerisce la Fsa – a rimuovere per bene tutti i residui di terreno eventualmente presenti nella confezione considerati il principale veicolo del batterio.

Previous post

Le fuoriuscite di petrolio? Per le industrie "fanno bene a pesci e uccelli"

Next post

Treni, Roma-Pescara è la tratta più lenta. Il Nord doppia il Sud

The Author

Valentina Corvino

Valentina Corvino