Provato per voi

Provato per voi: la ghiacciaia “gonfiabile”

La freschezza in estate è un requisito essenziale, soprattutto per bevande e cibi. Non a caso moltissimi produttori costruiscono da tempo ghiacciaie portatili, talvolta perfino “spalleggiabili”. Quechua ha recentemente realizzato una linea di “borse termiche” – Arpenaz Ice Fresh Compact – dotate di un’innovativa applicazione: in sintesi, ha trasferito la tecnologia dei materassini “autogonfianti” a questa tipologia di articolo. L’idea di Decathlon è stata creare un contenitore sufficientemente rigido – e “coibentato” termicamente – per potervi riporre cibo e bevande; rendere lo stesso compattabile quando non in uso (e questo aspetto è certamente il più importante, visto che le abitazioni dei comuni mortali sono sempre più piccole…). Interessante anche il peso contenuto.

Schermata 2016-07-08 alle 12.00.18L’azienda dichiara di avere ottenuto un notevole vantaggio nelle prestazioni termiche, anche im- piegando materiali diversi, perlopiù tessuti, tal- volta brevettati. Un test ha comparato il tempo di preservazione del freddo del nuovo prodotto con un tipo di ghiacciaia elettrica e una rigida normale; ebbene si avrebbero rispettivamente i seguenti risultati: 11 h, 8 h, 6,5 h.

I contenitori, riempiti con acqua a 5°C stazionavano in una “stufa” da laboratorio a 32°C e veniva misurato il tempo impiegato per raggiungere la temperatura massima di 15°C.

legendaI dati di simulazione appaiono in gran parte corretti (5°C può essere ritenuta la temperatura del frigorifero dal quale preleviamo cibo e bevande; 32°C è una temperatura estiva di un giorno qualsiasi); ma quanta acqua è stata introdotta nei contenitori? Questo elemento è fondamentale, non tanto per la comparazione (avvenuta per tutti nelle stesse condizioni), ma nell’estrapolare un valore realistico di tempo utile (scaldare un litro d’acqua è diverso che scaldarne trentasei…).

Arpenaz Ice Fresh Compact è stata pensata in tre capacità diverse: 16, 26, 36 litri, e viene venduta rispettivamente a circa 36, 40, 56 euro.

Previous post

Mense, i genitori alla Lorenzin: ecco le nostre proposte

Next post

I portafiltri della Gaggia "tornano" in garanzia

The Author

Sergio Antonio Salvi

Sergio Antonio Salvi