genitori&figli

Mense, i genitori alla Lorenzin: ecco le nostre proposte

Una commissione mensa in ogni scuola, una carta dei servizi condivisa con i genitori e un accesso più semplice alle informazioni riguardanti la refezione scolastica. Sono le richieste che la Rete Nazionale delle Commissioni Mensa ha formulato al ministro della Salute Beatrice Lorenzin in una lunga lettera. Scrivono i genitori: “Gli esiti dei controlli dei Nas confermano quello che denunciamo da anni inascoltati e anche le Linee di indirizzo nazionale per la ristorazione scolastica emanate dal ministero della Salute, non prescrivono in modo approfondito il ruolo e le funzioni delle Commissioni Mensa, quale importante strumento di partecipazione dei genitori ed elemento centrale di controllo quotidiano, capillarmente diffuso nelle scuole, su base volontaria e senza altri possibili interessi che la tutela dei bambini”.

E’ proprio attraverso un rafforzamento di queste Commissioni che, secondo i genitori, passa il miglioramento del servizio di refezione scolastica. A questo proposito, in tutta Italia la rete chiede:

  • L’istituzione di una Commissione Mensa, senza vincoli di numero, con pieno riconoscimento da parte delle Istituzioni delle funzioni consultive, deliberative e di controllo svolte dai genitori (possibilmente allargando la partecipazione anche ai nonni) e dagli insegnanti, in qualità di commissari mensa.
  • La garanzia che a tutte le Commissioni Mensa siano dati strumenti di controllo per le quali esistono, a partire dalla possibilità di accesso ai refettori, alle cucine e ai centri cottura senza vincoli di orario o di comunicazioni preventive, naturalmente la possibilità di fare rilevazioni fotografiche, di verificare le temperature e il peso a crudo e a cotto dei pasti e ogni altra procedura di evidente utilità per il monitoraggio dell’effettiva qualità del servizio.
  • L’istituzione di un protocollo di coordinamento tra Aziende Sanitarie Locali, NAS, Unità di controllo della qualità dei comuni e genitori delle Commissioni Mensa in cui definire con maggiore chiarezza le corrette procedure da seguire e l’accesso ai risultati di tutti i controlli effettuati.
  • La partecipazione dei genitori alla definizione delle Linee di indirizzo per la stesura dei nuovi capitolati tecnici e carta dei servizi. La condivisione con i genitori di questi importanti documenti rappresenta una ulteriore tutela rispetto al rischio che vengano privilegiati criteri a vantaggio dei fornitori a scapito della qualità, della salute e dell’ambiente.
  • la pubblicazione online e il facile accesso per i genitori di tutti i documenti riguardanti la refezione scolastica (capitolato e contratto di servizio, prezzi, schede tecniche delle materie prime, ricettari con le grammature, menù mensili e stagionali, risultati analisi, pubblicazione in tempo reale delle contestazioni e sanzioni comminate alle aziende di ristorazione, non conformità e azioni correttive, rilevazioni del gradimento e dello scarto, etc).
Previous post

Unc contro Trony: "Non applica garanzia, intervenga l'Antitrust"

Next post

Provato per voi: la ghiacciaia "gonfiabile"

The Author

Valentina Corvino

Valentina Corvino