News

Philip Morris e Ducati: relazioni pericolose

Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) ha depositato presso l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, il Prefetto di Roma e la Guardia di Finanza un esposto contro Ducati Motors e Philip Morris, gigante mondiale nella produzione di sigarette.
Le contestazioni sono : violazione delle norme relative al divieto di propaganda dei prodotti da fumo; al divieto di sponsorizzare con marchi del tabacco; pratica commerciale scorretta di promozione delle sigarette a marchio Philip Morris e per pubblicità occulta e ingannevole dei prodotti da fumo dell’azienda.

Secondo MDC, Philip Morris pubblicizzerebbe il proprio prodotto attraverso il sito internet della nota scuderia del motomondiale, risultando come sponsor principale della casa motociclistica per la quale corrono campioni come Andrea Dovizioso e Andrea Iannone.

“La legge vieta espressamente qualsiasi forma di sponsorizzazione o pubblicità, sia diretta che indiretta, dei prodotti del tabacco” – spiega il Presidente di MDC, Antonio Longo. “Una violazione che è ancora più grave perché legata a manifestazioni sportive che attraggono milioni di appassionati, soprattutto minori. Il sito internet della Ducati è visitato da giovanissimi, che cercano magari la foto del loro idolo e che si imbattono per nulla casualmente in un famoso marchio di sigarette, cliccando il quale si accede addirittura al sito istituzionale della casa madre. Questo è vietato dalla legge ed è per questo che abbiamo deciso di agire con un esposto alle autorità competenti. Speriamo che il danno non sia stato già fatto e soprattutto di non dover subire una beffa: neppure un mese fa è entrata in vigore la nuova Direttiva europea che inasprisce divieti e sanzioni per i produttori di sigarette. Ed è paradossale che Philip Morris faccia finta di ignorarlo”.

Previous post

Il caffè che bevete potrebbe avere 9 anni

Next post

Cibo spazzatura, i produttori adescano i bambini su Facebook

The Author

Anna Gabriela Pulce

Anna Gabriela Pulce