News

Uk, EasyJet penalizza i ritardatari: 80 sterline per la riprogrammazione

Addio alle corse per salire last minute su un volo EasyJet. A partire da quest’estate la compagnia low cost chiederà una tassa aggiuntiva di 80 sterline sulla nuova prenotazione ai viaggiatori che si presenteranno al gate con meno di 30 minuti di anticipo rispetto all’ora di partenza. Questo – fanno sapere dalla compagnia – permetterà di evitare intoppi che possano allungare i tempi di partenza. La costosa novità, per il momento, si applica ai voli in partenza dall’aeroporto di Gatwick, nel Regno Unito.

Se fino ad oggi la riprogrammazione su un volo successivo era gratuita, da quest’estate ai viaggiatori che si presentano in ritardo al gate sarà detto di tornare alle biglietterie per riprogrammare la partenza ad un costo aggiuntivo di ben 80 sterline. L’unica soluzione alternativa è munirsi di una sorta di assicurazione sul cambio volo con il pagamento anticipato di 7,50 sterline.

La posizione della compagnia aerea

“La puntualità è importante per i nostri passeggeri ed è per questo che chiediamo ai passeggeri di presentarsi al gate non più tardi di 30 minuti prima della partenza del volo. Questo significa che se i passeggeri sono ancora ai controlli di sicurezza a 30 minuti dalla partenza, non potranno raggiungere questo obiettivo, in particolare negli aeroporti più grandi come Gatwick dove ci possono volere più di 20 minuti per raggiungere alcuni gate. Stiamo attuando questa iniziativa (sulla base di un modello collaudato a LHR T5) per eliminare i viaggi non necessari per i passeggeri che avrebbero comunque bisogno di essere riaccompagnati fuori. La grande maggioranza dei nostri passeggeri arrivano all’imbarco nei tempi suggeriti.”

 

 

Previous post

Norovirus nella lattuga, intossicate 412 persone

Next post

Ttip, aperta la sala di lettura blindata: Controlli a vista e un'ora a testa

The Author

Valentina Corvino

Valentina Corvino