Cosa fare per

Efficienza e risparmio ecco come scegliere la lampadina giusta

Una casa “ecologica” e meno energivora. Sembra un sogno, un bel sogno che coniuga l’obiettivo alto di salvaguardare l’ambiente e quello “terra-terra” di salvare il portafogli. Ma non è del tutto irrealizzabile. Alcuni piccoli atti possono avere un significato concreto, tanto nelle nostre case che sui macrosistemi. A cominciare dalla sostituzione delle lampadine nel nostro appartamento.
 Nel nuovo numero di Test-Salvagente in edicola dal 24 maggio vengono messe a confronto diversi 9 prodotti, 7 Led e 2 alogene, e valutate le performance dichiarate e quelle effettive. Informazioni fondamentali per scegliere delle soluzioni che rendono meno pesante la bolletta elettrica.

Il Led “spegne” 60 centrali nucleari

“Le luci a Led sono così efficienti – ha spiegato recentemente il Nobel per la Fisica Shuji Nakamura – che se le loro diffusione continuasse ai ritmi attuali, nel 2020 si potrebbero chiudere 60 centrali nucleari”. Una stima impressionante basata su calcoli semplici: tra un terzo e un quarto dell’energia elettrica prodotta nel mondo è utilizzata proprio per far luce. Se si considera che già oggi le lampade al Led sono efficienti 10 volte di più delle lampade tradizionali a incandescenza e il doppio rispetto alla fluorescenza tradizionale, si comprende come non si tratti di una previsione ottimistica.

Ma come scegliere la tipologia di lampadina più adatta alle ragioni del portafogli e a quello dell’efficienza energetica? Nelle schede che seguono confrontiamo le diverse qualità delle alogene, fluorescenti compatte (cfl), neon, Led e per comodità aggiungiamo le caratteristiche delle “vecchie” lampade a incandescenza, ormai non più in commercio.

Come leggere le etichette

Ecco quali sono le informazioni sulle quali basare la scelta di acquisto.

Raggiungimento del 60% della luminosità
Questo dato ha senso solo per le lampade fluorescenti che hanno un tempo di “riscaldamento” prima di fornire il flusso luminoso massimo.
Se la lampadina è utilizzata in un locale con necessità di illuminazione immediata, ad esempio in bagno o sulle scale, sarà necessario sceglierla con un tempo di riscaldamento breve.

Classe di efficienza

Le lampade fluorescenti compatte dovrebbero appartenere almeno alla classe A, i Led alla classe A+.

Durata di vita media

È il numero di ore dopo il quale almeno il 50% dei pro- dotti di questo modello cessa di funzionare. C’è da fidarsi delle promesse dei produttori? La domanda è legittima e rispondere è difficile. Si può però dire che le verifiche indipendenti effettuate sui big di mercato, fino a ora hanno testimoniato dichiarazione veritiere.

Numero di cicli di accensione

Le caratteristiche di accensione e spegnimento indicano quante volte la lampadina può essere accesa/ spenta prima di fulminarsi. Per luoghi con cicli frequenti di accensione e spegnimento è necessario optare per valori elevati di questo parametro.

Cinque famiglie a confronto

Lampade a incandescenza

Fuori commercio

Efficienza luminosa: 11-12 lumen/watt

Vita media: 1.000 ore


Indice di resa cromatica: 100

Temperatura di colore: 2.000-3.000 K

 

Alogene

Prezzo: 9 euro

Efficienza luminosa: 16 lumen/watt

Vita media: 2.000-4.000 ore

Indice di resa cromatica: 100

Temperatura di colore: 2.700 K

 

Fluorescenti compatte (cfl)

Prezzo: 6 euro


Efficienza luminosa: 48-120 lumen/watt

Vita media: 10.000-24.000 ore

Indice di resa cromatica: 60-90

Temperatura di colore: 2.700–6.500 K

 

Neon

Prezzo: 9 euro

Efficienza luminosa: 48-120 lumen/watt

Vita media: 10.000-24.000 ore

Indice di resa cromatica: 60-90

Temperatura di colore: 2.700–6.500 K

 

Led

Prezzo: 10-30 euro

Efficienza luminosa: 70-110 lumen/watt

Vita media: 30.000-100.000 ore

Indice di resa cromatica: 80-90

Temperatura di colore: 2.700-6.000 K

Previous post

Biberon Tommee, maxirichiamo per il rischio muffe

Next post

Glifosato, test Usa: nei bambini i residui più alti

The Author

Anna Gabriela Pulce

Anna Gabriela Pulce