Cosa fare per

Acquisti online, come riconsegnare i rifiuti elettronici

Un progetto per facilitare il riciclo degli apparecchi elettrici ed elettronici  acquistati online e arrivati a fine vita. A promuoverlo sono cinque tra i maggiori consorzi italiani, EcopedecoR’itERP ItaliaRemedia e Ridomus. Raee Coupon è stato pensato per rendere applicabile anche agli oggetti elettronici acquistati via web il decreto ministeriale 65 del 2010, conosciuto come “uno contro uno”, che impone ai rivenditori di prendere in consegna il vecchio acquisto al momento dell’acquisto di un nuovo dispositivo.

Si riportano nei centri di assistenza convenzionati

Grazie a Raee Coupon, il tablet, il frullatore o qualsiasi altro piccolo elettrodomestico, comprato online e pronto per essere buttato (un Raee, appunto), potrà essere consegnato  gratuitamente  presso uno dei Centri di Assistenza Tecnica (Cat) presenti su tutto il territorio nazionale, che aderiscono all’iniziativa. Per identificare il punto di raccolta più vicino basta andare sul sito apposito: raeecoupon.it o sull’App Raee Coupon per dispositivi Android e IOS. Una nota dei consorzi promotori sottolinea come “Il comportamento virtuoso dal punto di vista ambientale, potrà essere premiato con un coupon da spendere direttamente presso il centro prescelto per la consegna”.

I vantaggi di chi ritira il Raee

I Centri di Assistenza Tecnica sono stati selezionati, “secondo parametri di merito”, dai maggiori produttori di elettrodomestici (De Longhi GroupGroupe SeBOlimpia Splendid e Tenacta Group). Tra i benefici promessi dei Cat aderenti, oltre alla remunerazione per ogni ritiro effettuato, c’è il “maggior traffico verso il proprio negozio, la pubblicità per i propri prodotti, il prelievo gratuito delle apparecchiature ritirate e dei propri rifiuti speciali, nessuna difficoltà burocratica e assoluta conformità alle disposizioni ambientali”.

I rivenditori online pagano i resi effettivi

A chi spettano i costi dell’operazione? Il meccanismo è semplice: “Attraverso la sottoscrizione di un contratto, i rivenditori online potranno adempiere agli obblighi pagando solo per il reso effettivamente consegnato dal consumatore” spiegano i promotori di Raee Coupon, che sottolineano anche il cambiamento per chi acquista: “Il consumatore che acquista un prodotto elettrico o elettronico tramite internet da oggi ha una possibilità in più per disfarsi gratuitamente degli apparecchi elettrici ed elettronici obsoleti e per tenere un comportamento ambientale virtuoso, limitando così il fenomeno dell’abbandono sul territorio di rifiuti potenzialmente molto inquinanti nonché pericolosi per l’ambiente e per la salute dell’uomo”.

 

Previous post

Torino, bimba muore e Asl ritira lotti di vaccino

Next post

Ovetto Kinder e Happy Meal vietati in Cile

The Author

redazione il Test

redazione il Test