News

Adozioni, la proposta di legge Brambilla: “Più veloci e meno costose”

Meno burocrazia e costi contenuti. Così Maria Vittoria Brambilla, presidente della Commissione bicamerale infanzia, vuole riformare l’iter delle adozioni. Il presupposto è sempre lo stesso, ripetuto più volte: le famiglie che vogliono adottare un bambino devono armarsi di tanta volontà, pazienza e molti soldi: ad esempio, per adottare un bambino colombiano occorrono in media 20 mesi e poco più di 7 mila euro. Ciò, ovviamente, scoraggia  tutte le iniziative mentre aumenta il numero di minori (italiani e stranieri) in attesa di una famiglia. Basti pensare che nel 2010 i minori autorizzati a entrare nel nostro paese sono stati 4130, un numero che si è ridotto del 50% nel 2014 quando i bambini adottati sono stati appena due mila.

La proposta Brambilla

E’ proprio per invertire questa tendenza che l’ex ministro di Forza Italia ha presentato una bozza di proposta di legge che si concentra soprattutto su una meta: agevolare l’incontro tra l’incontro tra le famiglie e i bambini sempre nel rispetto dei minori. In particolare, la bozza prevede tra l’altro l’accelerazione delle procedure nella fase della dichiarazione di disponibilità e del giudizio di idoneità, l’immediata trascrizione della sentenza straniera di adozione nei registri dello stato civile da parte della Commissione adozioni internazionali, il totale innalzamento della percentuale di deducibilità (oggi 50 per cento) delle spese sostenute dai genitori adottivi per l’espletamento della procedura di adozione (anche se non dovesse andare a buon fine “a causa di situazioni emergenziali nei paesi esteri”) in quanto adottare non deve costare alcunché. La stessa possibilità sarà concessa in relazione alle spese sostenute dai genitori adottivi per l’assistenza medica e psicologica nei primi tre anni dall’ingresso del minore nel nucleo familiare.

L’iter attuale

L’auspicio è che la proposta possa iniziare al più presto il suo iter parlamentare e diventare legge. Nel frattempo ecco le 7 tappe a ostacoli per coronare il sogno di adottare un bambino.

infografica_adozioni

Previous post

Agcom multa Tim: il call center è un labirinto

Next post

Cibi light e obesità: non saziano e si mangia di più

The Author

Valentina Corvino

Valentina Corvino