News

Senza latte animale non è formaggio

Se non è fatto con latte animale, non può essere chiamato formaggio. A dirlo una recente sentenza di un tribunale tedesco secondo la quale non è conforme al diritto comunitario la dicitura “formaggio vegano”. Si tratterebbe – il condizionale è d’obbligo dal momento che l’azienda in questione, la Tofutown, farà ricorso in appello – di una pratica anticoncorrenziale. Un portavoce della Commissione europea sentito dalla testata online Foodnavigator ha dichiarato: “La denominazione ‘formaggio’ non può essere utilizzata per un prodotto che non è realmente fatto da latte di animali. Un prodotto vegan va commercializzato con un nome tale che non costituisca un danno per la reputazione dei prodotti lattiero caseari e non induca in errore i consumatori”.

Come chiamarlo allora?

Questi alimenti dovrebbero essere chiamati, stando alla legge, “alternative al formaggio”. Tuttavia questa dicitura – fanno sapere le aziende veg – sarebbe da intralcio nella vendita di questi cibi. E fanno l’esempio dei negozi online: i consumatori nella loro ricerca non digitano “alternative al formaggio” ma semplicemente “formaggio vegano” perché è questo quello che vogliono. “Se questo è vero, è altrettanto un dato di fatto che i consumatori oramai orientano le loro scelte verso marche che conoscono e di cui si fidano” conclude Malte Clasen, amministratore delegato di Wilmersburger che produce “alternative al formaggio”.

Previous post

La DiaClin ritira BodyWash per problemi batterici

Next post

Scuola, domani al via il concorso. Ricorsi nel caos

The Author

Valentina Corvino

Valentina Corvino