News

Rapex, ecco la lista dei prodotti più pericolosi

Giocattoli, abbigliamento, prodotti tessili e articoli di moda. Sono questi i prodotti più frequentemente richiamati dal mercato nel corso del 2015. A dirlo la Commissione europea che con gli stati membri e le aziende collabora per garantire che questi beni di consumo pericolosi siano ritirati dal mercato europeo. Come? Attraverso il sistema di allarme rapido che permette di coordinare una rapida risposta da parte delle autorità di protezione dei consumatori e ritirare prontamente i prodotti pericolosi dal mercato europeo. (continua dopo l’infografica)

Client briefs us of whatthey want and need.Project timelines arebeing set as well.

Per quanto riguarda i rischi, nel 2015 il rischio segnalato più frequentemente (25% del totale delle notifiche) è stato il rischio chimico, seguito dal rischio di ferite (22%), che figurava in cima all’elenco nella relazione precedente. I più frequenti rischi chimici segnalati nel 2015 riguardavano prodotti quali bigiotteria contenente metalli pesanti nocivi come il nichel e il piombo e giocattoli contenenti ftalati (plastificanti che possono causare problemi di fertilità).

Da dove provengono i prodotti pericolosi?

Con il 62% di prodotti pericolosi segnalati, la Cina rimane al primo posto tra i paesi di origine che figurano nel sistema di allarme. È la maggiore fonte di importazioni dell’UE.

Previous post

Glifosato, i socialisti europei contro il rinnovo di 10 anni

Next post

Usa, sugar tax per finanziare gli asili nido. Scontro tra Clinton e Sanders

The Author

Valentina Corvino

Valentina Corvino