News

Un anno di Test, grazie ai nostri lettori

Care lettrici e cari lettori, esattamente un anno fa, il 23 aprile 2015, usciva il primo numero de il Test, grande scommessa di un gruppo di giornalisti e di un editore, Matteo Fago, che aveva deciso di non mandare sprecata la storia del Salvagente. Un anno dopo nsingolawebon potevamo non farci e farvi gli auguri, anche per la strada che ci avete consentito di percorrere.

UN ANNO DI TEST

Da una parte quella giornalistica, con le inchieste che hanno colpito nel segno: quella del finto olio extravergine, quella sulla cannabis, il lavoro sulla pasta, tanto per citare solo qualche esempio, e quella sul glifosato che in questi giorni ci ha consentito di squarciare un altro velo.

IL VOSTRO CALORE

L’altro pezzo della storia riguarda voi, cari lettori: siete cresciuti di numero, vi siete abbonati e partecipate attivamente sui social e sul web segnalandoci casi, chiedendo risposte, commentando le notizie e

meme_petizione(3)condividendole. Avete fatto sì che le nostre campagne arrivassero a destinazione e fossero un successo: in 28mila in pochissime ore avete firmato la nostra petizione sulla reintroduzione della penale sui mutui casa e avete costretto il governo a un’improvvisa marcia indietro.

Una crescita davvero notevole, che sta facendo diventare il Test-Salvagente sempre più forte.

UNA VOCE FORTE

Tutto questo, però, non ci basta. Vogliamo diventare, assieme a voi, ancora più incisivi. Se il nostro obiettivo rimane quello di dare voce a chi normalmente ne ha poca, a chi si vede calpestare i propri diritti, a chi si sente più piccolo dei grandi interessi economici, la nostra forza dipende da voi. Continuate a leggerci, abbonatevi, fate in modo che amici, conoscenti, parenti, colleghi ci scoprano, anche semplicemente regalandogli una copia o un abbonamento. Iscrivetevi alla nostra newsletter (il modulo per farlo lo trovate sulla nostra home page) e fatela conoscere a chi vuole rimanere informato sui temi che trattiamo. Spiegate – voi che lo sapete bene – che siamo un giornale che punta sull’informazione senza veli, piuttosto che su qualche regalo ammiccante. Non gli venderemo, insomma, un tablet o uno smartphone in regalo con l’abbonamento al giornale, convinti che a fare la differenza sia la qualità dell’informazione.

Ps. Ovviamente un anno di storia e di successi non ci fa tirare i remi in barca. Semmai ci induce ad aumentare la posta della scommessa. E abbiamo in serbo diverse novità per voi. La prima, che potrete apprezzare fra qualche giorno, è un nuovo sito molto più agile, bello e interattivo… Ma è meglio non anticipare troppo, non credete?

Previous post

Guardo la tv tramite pc: devo pagare il canone Rai?

Next post

Da Big Tobacco a Big Marijuana? La tentazione dell'industria Usa del tabacco

The Author

Riccardo Quintili

Riccardo Quintili