News

Latte in polvere contraffatto, nuovo scandalo in Cina

Le autorità di sicurezza alimentare cinese sono alla ricerca di 3300 lattine di latte in polvere destinato all’infanzia. Si tratta di prodotti contraffatti che replicano i nomi di famose aziende cinesi, Similac, prodotto da Abbott Laboratories, e Beingmate.

Nel 2008 lo scandalo melamina

Non è la prima volta che in Cina uno scandalo alimentare prende di mira i prodotti destinati alla prima infanzia. Tutti ricorderanno la vicenda del latte contaminato alla melamina che nel Paese provocò sei morti e circa 300mila intossicati tra i neonati. In quell’occasione si scoprì che la sostanza tossica veniva usata da produttori e intermediari per simulare la presenza di proteine. Fu un duro colpo non solo per l’economia ma anche per la fiducia dei consumatori nei confronti dei prodotti di nutrizione infantile.

“Prudenza nell’acquisto del latte”

La Food and drug administration cinese ha ordinato un’indagine completa sullo scandalo e ha schierato molti ispettori a Shanghai per rintracciare i prodotti contraffatti. Intanto suggerisce ai consumatori di essere prudenti quando si acquista il latte in polvere in linea e ha ordinato ai rivenditori di tenere un registro completo della fonte dei loro prodotti.

 

Previous post

Frutta, verdura e pesticidi: la sporca dozzina dell'Ewg

Next post

Federconsumatori: 8mila euro l'anno la spesa per un universitario fuori sede

The Author

Valentina Corvino

Valentina Corvino