News

730 precompilato: quanto costa l’aiuto dei Caf?

Mancano pochi giorni all’avvio, per i contribuenti, dell’operazione 730 precompilato. Dal prossimo 15 aprile, infatti, si potranno visualizzare sul sito delle Entrate le dichiarazioni già in buona parte compilate dal fisco che in questi mesi ha raccolto i dati da inserire, come ad esempio – novità di quest’anno – le spese sanitarie.

E anche stavolta si pone al cittadino l’alternativa se fare da solo o rivolgersi a un Caf o a un intermediario abilitato per inviare la dichiarazione, previa eventuale integrazione o correzione dei dati. Lo scorso anno circa il 90% dei contribuenti ha cercato l’aiuto di un Caf, vedremo quest’anno come andrà.

Intanto, nei giorni scorsi, il Sole 24 Ore ha effettuato un sondaggio per scoprire quanto costa rivolgersi a un Caf per compilare e spedire il modello 730 in tre grandi città, Milano, Roma e Napoli.

La simulazione è stata fatta tenendo conto di diverse tipologie di contribuenti: il lavoratore con un mutuo, i coniugi con 2 figli a carico e cedolare secca, il pensionato che presenta un 730 senza variazioni e quello che ne presenta uno congiunto (con il coniuge).

Il risultato dell’indagine ha evidenziato che i costi sono molto variabili e che le differenze sono legata al territorio, al costo della vita in determinate zone, più che alla complessità della dichiarazione (che dipende dal numero dei Quadri del modello da riempire).
La differenza più marcata è tra Milano e Napoli: se nel capoluogo meneghino un 730 congiunto può arrivare a costare 210 euro (e uno singolo fino a 130), a Napoli le dichiarazioni più complesse, comprese quelle congiunte, non superano i 70 euro di media. Addirittura a costo zero può essere l’operazione per un pensionato napoletano che ha in tasca la tessera dell’associazione o del sindacato di cui il Caf è emanazione.
Roma si posiziona a metà strada: qui le tariffe variano a seconda della complessità (quanti riquadri vanno compilati) e della tipologia delle dichiarazioni dei redditi (se congiunte o no) da 30 a 80 euro circa.

Previous post

Studio britannico: il diabete di tipo 2 è reversibile

Next post

Canone Rai, Unc: (almeno) 10 casi in cui non si sa come fare l'autocertificazione

The Author

carla tropia

carla tropia