News

Virus che rapiscono il computer: ora tocca anche a Apple

Era solo questione di tempo. Ed eccolo qui, il primo caso massiccio di infezione da ramsonware nei Mac.

Parliamo di  virus informatici.  Ramson è il termine inglese che identifica il riscatto e in buona sostanza questo malware blocca il dispositivo fino a quando il legittimo proprietario non paga un riscatto. Finora a esserne esposti erano quasi esclusivamente i pc windows,  ma durante lo scorso fine settimana è toccato alla piattaforma OSX attraverso la versione 2.90 di Transmission, un client BitTorrent di recente pubblicazione, utilizzato per veicolare il virus “KeRanger“.  Una volta nel Mac il virus impiega tre giorni a bloccare l’hard disk del malcapitato utente e chiede un pagamento di 400 dollari in bitcoin per “liberare” tutti i dati.

In questo caso, la potenzialità maligna del virus è stata limitata con il rilascio di una versione aggiornata di Transmission e un’intervento di Apple che ha revocato il certificato di installazione della versione infetta di Transmission e ha aggiornato il sistema di sicurezza  di OS X.

Resta il fatto che la diffusione dei ramsonware è davvero sempre più temibile e sembra proprio che nessuno ne sia immune.

[su_divider text=”Leggi anche” style=”dashed” divider_color=”#f80438″ link_color=”#f80438″ size=”4″]

Una mail e ti rapiscono il computer: così funziona il ramsonware

 

Previous post

Glifosato, Realacci: "Anche l'Europa dica no"

Next post

Dichiarare in etichetta gli Ogm? Negli Usa è sempre più improbabile

The Author

Valentina Corvino

Valentina Corvino