News

Zica virus, Airbnb invia il suo “vademecum”

Dilaga la paura dello Zica virus. Dopo che ieri i giornali brasiliani hanno lanciato la temibile ipotesi della trasmissione attraverso saliva e urina umana, ventilata dalla scoperta fatta da un organismo scientifico carioca, si moltiplicano le iniziative per tenere a bada la diffusione dell’epidemia.

L’ultima è quella lanciata da Airbnb, il popolare portale di affitto di appartamenti in tutto il mondo che ha scritto ai propri host, ossia a coloro che mettono a disposizione la propria casa. Un vero e proprio “warning” molto utile per tenere a bada il virus trasmesso dalle zanzare (e assieme a lui anche la diffusione di malaria e dengue che molti più morti fanno ogni anno nel mondo).

Ecco il testo della mail che Airbnb ha inviato a tutti gli iscritti.

Cari host di Airbnb,

La sicurezza della nostra community è la nostra priorità assoluta, per questo stiamo seguendo con estrema attenzione ogni novità riguardante il virus Zika e le problematiche a esso correlate. Vi stiamo scrivendo perché desideriamo fornirvi le informazioni più importanti che sono state rilasciate dalle autorità competenti, nonché informarvi su come questa emergenza sanitaria possa avere un impatto sulla vostra attività di hosting.

Qualche giorno fa, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato ufficialmente lo stato di allerta per quanto riguarda il virus e ha rilasciato delle informazioni utili, sotto forma di domande e risposte, su come proteggersi al meglio. Le potete trovare, in inglese, al seguente link: Zika virus disease questions and answers

Inoltre, è possibile trovare ulteriori indicazioni su come prevenire ed evitare eventuali siti di riproduzione delle zanzare visionando il seguente grafico informativo, anch’esso in inglese, rilasciato dall’OMS e dall’Organizzazione della sanità panamericana: How to prevent mosquito breeding sites

L’OMS ha fornito sia alle donne incinte che alle donne che stanno tentando di avviare una gravidanza una serie di raccomandazioni aggiuntive, riguardanti la prevenzione delle infezioni mentre si è in viaggio. Considerate le circostanze, capiamo perfettamente che alcuni viaggiatori abbiano il desiderio di posticipare o rimandare la loro permanenza nelle aree interessate. A questo proposito, per saperne di più su come stiamo assistendo i viaggiatori, potete visitare il nostro blog.

Come sempre, assicuratevi di seguire le istruzioni fornite dalle autorità locali, e, se desiderate mantenervi informati sulle novità riguardanti il virus Zika, vi consigliamo di visitare la pagina dedicata sul sito dell’OMS: Microcephaly/Zika virus

Grazie per essere degli host: siete voi che rendete Airbnb speciale.

Il team di Airbnb

Previous post

Burro chiarificato, cos'è e come si usa

Next post

Telemarketing e contratti non richiesti: ecco come difendersi

The Author

Anna Gabriela Pulce

Anna Gabriela Pulce