News

Action cam, tra le 8 a confronto vincono in due

Nel numero in edicola il Test Salvagente ha messo a confronto 8 action cam tra le più diffuse e vendute quest’anno. Dalla GoPro, leader del mercato, alla Nilox, la concorrente italiana, fino alle più economiche SJ e Xiaomi, le sorprese non mancano. In due si piazzano in testa alla nostra classifica quasi a pari merito, dimostrando una qualità eccellente, ma anche le più economiche – pur con gli inevitabili limiti – non sfigurano.

 

PER NON SBAGLIARE ACQUISTO

Sempre più diffuse, le action cam – le piccole videocamere che immortalano evoluzioni sportive più o meno spettacolari da condividere sui social network – vivono da qualche tempo un vero e proprio boom. Fissate su caschi e manubri immortalano le azioni dei professionisti degli sport estremi così come degli amatori.

Ma per chi è al primo acquisto, scegliere non è facile tra decine di modelli che sembrano tutti uguali. Bisogna, insomma, informarsi bene sui prodotti, anche perché il prezzo va da poco più di 50 euro per un prodotto low cost a 400 (e oltre) euro per le action cam più evolute. E questo, qualcosa vorrà pur dire.

La qualità e l’offerta di GoPro, azienda leader del mercato che ha di fatto “creato” il fenomeno action cam, sono certamente un gradino sopra le concorrenti ma, a meno di non essere un professionista, non è detto che l’acquisto di un prodotto economico sia un passo falso: salvaguardando alcune caratteristiche imprescindibili, infatti, la scelta dipende dall’uso cui la videocamera è destinata.
Se i video devono arricchire l’album personale dei ricordi ed essere condivisi solo tra amici, sarà sufficiente un’action cam di fascia media; se invece si vuol provare a produrre video professionali, non resta che puntare in alto e spendere cifre importanti.

Per orientarsi nell’affollato mercato delle action cam, però, bisogna valutare tanti aspetti, dalla qualità delle riprese al peso della videocamera, dai supporti in dotazione all’autonomia delle batterie.
Se la risoluzione video è il criterio principale su cui basare la propria scelta (per chi pratica sport estremi la videocamera deve avere il Full HD almeno a 60 fps), anche la presenza di uno stabilizzatore può fare la differenza, e non tutte le action cam ne sono dotate. Così come non tutte hanno il Gps, altro elemento che può interessare per tenere traccia delle proprie imprese.
Infine, dato lo sport praticato, non sarà indifferente capire se la cam è impermeabile o ha una custodia stagna, in dotazione o come optional.

Previous post

Banche, dalla Ue due pesi e due misure a danno degli italiani

Next post

Cucina Evolution per un Cenone senza rinunce

The Author

carla tropia

carla tropia