News

Stati Uniti, maxi richiamo per le sedie a sacco italiane Bean Bag

Dopo la morte di due bambini, le autorità statunitensi corrono ai ripari e ritirano 2,2 milioni di sedie a sacco responsabili degli incidenti mortali. Si tratta delle sedie a sacco modello “Bean Bag”, progettate dagli italiani Piero Gatti, Cesare Paolini e Franco Teodoro e prodotte dalla società italiana Zanotta nel 1969. Un elemento d’arredo riconosciuto a livello mondiale.

Del maxi richiamo dà notizia il portale Sportello dei diritti, spiegando che le cerniere delle sedie non sono bloccate, e dunque i bambini riescono ad avere facile accesso all’interno. In questo modo rischiano di soffocare ingerendo o inalando le perline di schiuma che compongono l’imbottitura, come ha dichiarato l’US Consumer Product Safety Commission, tragedia che si è purtroppo già verificata in due casi.

Infatti, secondo i risultati delle indagini del Consumer Product Safety Commission degli Stati Uniti, la morte di un 13enne del Texas e di una bambina di 3 anni, del Kentucky è da attribuire a soffocamento causato dall’inalazione delle perline.

BeanBagZipper

Anche se la vicenda è accaduta oltre Oceano, dove è appunto in corso il maxi richiamo, le sedie sono vendute anche on line sui negozi come Amazon. Per cui non è da escludere che siano state acquistate anche in Italia.

Previous post

Provato per voi: Pulcina, l'espresso perfetto ma non per tutti

Next post

Hoverboard poco sicuri, Amazon li ritira e in America scatta l'indagine

The Author

carla tropia

carla tropia