News

Le valide alternative alle salviette struccanti

Dovrebbero pulire la pelle e lasciarla respirare. E invece tra gli ingredienti nelle 12 salviette struccanti che abbiamo testato nel numero ancora in edicola (da Garnier a Erbolario, da Johnson’s a Lycia, Fresch&Clean e Cera di Cupra) abbiamo trovato una lunga lista di sostanze non desiderate: cessori di formaldeide, parabeni e fenossietanolo, solo per citare le più sgradite.

Le salviette? Meglio in casi eccezionali

“La maggior parte delle salviette contiene profumi e conservanti, sostanze problematiche per epidermidi delicate dal momento che possono provocare le classiche dermatiti allergiche da contatto”, ci spiega Antonio Cristaudo, dermatologo dell’Istituto dermatologico San Gallicano (Irccs) di Roma, che aggiunge “chi ha pelle sensibile dovrebbe evitare accuratamente prodotti con queste sostanze oppure utilizzarli con moderazione e comunque sciacquarsi sempre il viso con acqua corrente”.

Certo non tutte le salviette sono uguali e nel test vi indichiamo le migliori (anche se i giudizi più alti non vanno oltre il “Buono”). Ma è anche vero che le salviette umidificate dovrebbero essere utilizzate in casi eccezionali, ad esempio quando ci troviamo in viaggio. In tutte le altre occasioni, la rimozione del trucco dovrebbe richiedere più tempo e attenzione. E soprattutto l’utilizzo di valide alternative come il latte detergente, il tonico e l’acqua micellare.

Il latte detergente

Indicato per pelli secche, è un’emulsione cremosa da applicare e massaggiare sul viso asciutto. Va poi asportata con un batuffolo di cotone imbevuto di soluzione acquosa o idroalcoolica come il tonico. I gel e le creme struccanti, invece, sono indicate per le pelli normali, miste o grasse: richiedono l’applicazione sulla pelle umida e il risciacquo con l’acqua.

Il tonico

Va applicato, frizionandolo sul viso attraverso un batuffolo di cotone, al mattino e alla sera dopo la pulizia del viso. Oltre a rimuovere eventuali tracce di trucco, è d’aiuto per rinforzare le naturali protezioni della pelle e aumentare nel tempo le sue capacità di difesa.

L’acqua micellare

Consente di ripulire il viso in modo abbastanza veloce ed è un ottima alternativa allo struccante perché agisce in profondità purificando e idratando la pelle. Se ne versa qualche goccia su un dischetto di cotone per rimuovere delicatamente sporco e tracce di trucco dal viso.

 

Previous post

Francia, ritirati i vaccini per allergici Stallergenes. E in Italia?

Next post

Il pasticcio dei vaccini sbagliati della Stallergenes arriva in Italia

The Author

Valentina Corvino

Valentina Corvino