News

Trenitalia nel mirino dell’Autorità trasporti: violati diritti passeggeri

Trenitalia è finita nel mirino dell’Autorità di regolazione dei trasporti che ha avviato 4 procedimento contro l’azienda ferroviaria in cui le contesta la violazione di alcuni diritti dei passeggeri sanciti dal Regolamento comunitario 1371/2007. I procedimenti, all’esito dei quali potrebbero essere irrogate sanzioni amministrative pecuniarie a carico dell’impresa ferroviaria, si riferiscono a queste ipotesi:

  • il diritto a ricevere, entro un mese dalla presentazione del reclamo, una risposta motivata o, in casi giustificati, nell’ambito di un periodo inferiore a tre mesi dal reclamo, ad essere informato della data entro la quale può aspettarsi una risposta;
  • il diritto ad ottenere, entro un mese dalla presentazione della domanda, il risarcimento del prezzo del biglietto in caso di ritardo o di soppressione del treno;
  • il diritto ad essere informati della possibilità di acquistare il biglietto a bordo del treno, in caso di mancanza di biglietteria o di distributore automatico nella stazione ferroviaria di partenza.

Il Regolamento europeo definisce i diritti dei passeggeri nel trasporto via ferrovia e gli obblighi delle imprese del settore stabilendo, tra l’altro, le informazioni che devono fornire le imprese ferroviarie, le modalità di emissione dei biglietti e delle prenotazioni, la responsabilità degli operatori  anche con riferimento agli obblighi di assicurazione e di gestione dei rischi in materia di sicurezza personale dei passeggeri, le garanzie e gli obblighi di assistenza a favore delle persone a mobilità ridotta e la definizione ed il monitoraggio di standard di qualità del servizio.

Previous post

Tasi, ultimo appuntamento per la tassa sulla casa

Next post

Oggi ceno senza cucinare, con una app

The Author

Valentina Corvino

Valentina Corvino