News

Usa, dubbi sulle lenti Novartis. E in Italia sono sotto osservazione

Aumento dei casi di infiammazione postoperatoria tra i pazienti che hanno ricevuto le lenti toriche AcrySof IQ. Per questo motivo Novartis – Alcon ha richiamato in Giappone 89.042 lenti intraoculari: questo richiamo – segnalato anche dalla Food and drug administration – si aggiunge ad uno effettuato ad agosto sempre sulla stessa tipologia di lenti per la correzione dell’astigmatismo. Secondo l’azienda, i pazienti in cura con questo dispositivo devono rimuoverlo con una certa urgenza. La Fda ha segnalato che il problema è causato dal processo di progettazione difettosa da parte di Alcon nello stabilimento di Fort Worth, TX: questo significa che anche altri modelli della stessa linea potrebbero risultare difettosi.

A Udine si studia se sono sicure

La Novartis Alcon, infatti, distribuisce una serie di lenti correttive intraoculari in tutto il mondo, anche in Europa e in Italia dove non è escluso che alcuni pazienti possano aver ricevuto l’impianto di queste lenti: presso l’azienda ospedaliera universitaria di Udine è tutt’ora in corso uno studio multicentrico per valutare la sicurezza e l’efficacia delle lenti AcrySof IQ ReSTOR e AcrySof IQ sui soggetti che presentano una degenerazione maculare legata all’età e alla cataratta.

Previous post

A Torino inaugura Fiorfood, il concept store di Coop

Next post

Sui voli Alitalia connessi subito dopo l'atterraggio

The Author

Valentina Corvino

Valentina Corvino