News

Problemi con Sky? Si può andare in conciliazione

Problemi con Sky? Si può andare in conciliazione.  È stato siglato il protocollo d’intesa fra Sky e Adoc per la risoluzione delle controversie relative ai servizi di pay tv. Un organismo stragiudiziale a cui si può ricorrere per qualsiasi disservizio del contratto di abbonamento Sky, dalla disdetta al recesso, dalla fatturazione all’eventuale malfunzionamento del servizio.

Come funziona? Ci sarà una commissione composta pariteticamente da un conciliatore nominato da Sky e un conciliatore nominato dall’Adoc in rappresentanza del consumatore, che individuerà una soluzione da sottoporre al consumatore in caso di disservizio, compresa la possibilità di riconoscere eventuali rimborsi o ristori del disagio subito, racconta l’agenzia Help consumatori.

“Oggi, dopo anni di ottimi risultati conseguiti con le aziende telefoniche, il settore delle TLC trova finalmente un’azienda leader delle pay-tv che, coraggiosamente, decide di rinnovare l’approccio verso i propri clienti – dichiara Roberto Tascini, presidente dell’Adoc – La scelta da parte di Sky Italia di valorizzare lo strumento conciliativo, rapido, semplice e economico, da una parte rafforza il legame di fiducia tra l’azienda e i consumatori, dall’altra snellisce il ricorso a soluzioni e strutture giuridiche ordinarie, spesso macchinose, costose e complesse per il cittadino”. Chi intende ricevere assistenza per una conciliazione può contattare l’Adoc attraverso il form online all’indirizzo www.adocnazionale.it/conciliazione-sky/ e via e-mail: [email protected]

Previous post

Cosa ci fanno fumare. Manconi: "Legalizzare per ridurre i danni"

Next post

Banche salvate, cittadini disperati che perdono i risparmi

The Author

Paolo Moretti

Paolo Moretti