News

Canone in bolletta, la metà a luglio il resto in 5 rate

Il canone Rai, da luglio, verrà pagato in automatico tramite la bolletta elettrica. Avverrà in 10 rate ma nel 2016 però il primo versamento avverrà “cumulativamente” dal primo luglio 2016. È quanto prevede il testo della legge di Stabilità approvato oggi, venerdì 20 novembre, dal Senato e che dalla prossima settimana comincerà l’iter alla Camera per l’ok definitivo. Molto probabilmente nella prima, maxi rata di luglio, si pagherà la metà del dovuto (50 euro) e il restante verrà spalmano in altre 5 rate (da 10 euro ciascuna).

A pagare il canone Rai saranno chiamati tutti coloro che possiedono un televisore e una radio e saranno esclusicoloro che hanno soltanto “computer tablet e smartphone”.  Per chi non paga è prevista una doppia sanzione: pecuniaria, di 500 euro, e penale. Ecco le risposte alle 10 principali domande.

1- Quanto costerà il canone?

Nel 2016 l’importo è di 100 euro, 13 in meno rispetto al 2015.

2- Chi dovrà pagare il canone Rai?

Chiunque possiede un televisore o una radio. Sono esclusi, come ha precisato il sottosegretario Giacomelli, “coloro che hanno solo un computer, un tablet o uno smarthphone”.

3- E se non posseggo il televisore come posso evitare il pagamento del canone?

Il testo approvato in Senato prevede un’autocertificazione da inviare all’Agenzia delle Entrate per essere esentati dal pagamento. A quel punto spetterà al fisco di accertare la posizione del contribuente.

4- Posseggo due abitazioni e sono intestatario di due contratti di energia elettrica: mi verranno prelevati due canoni?

No il prelievo avverrà solo alle utenze domestiche dei consumatori residenti, ovvero sui contratti di energia stipulati dai proprietari di prima casa o anche locatari che abbiano trasferito la residenza uscendo dallo stato di famiglia dei genitori.

5- Sono proprietario di un esercizio pubblico, anche io pagherò il canone Rai in bolletta?

No. Al momento la norma riguarda solo i contratti domestici e non anche quelli commerciali.

6- Non ho la tv: posso pagare l’utenza con un bollettino in bianco scorporando la rata del canone?

Teoricamente è possibile ma in questo caso si accende il faro dell’Agenzia delle Entrate che verrà avvertita dal fornitore elettrico.

7- Quali conseguenze ci sono per l’operatore elettrico nel caso in cui l’utente non paga il canone?

L’azienda rischia il pagamento di 30 euro nel caso in cui non segnala all’Agenzia delle Entrate il potenziale evasore.

8- Se non pago a quali rischi vado incontro?

A una sanzione amministrativa di 500 euro e, in caso in cui l’autocertificazione risulterà falsa, l’evasore è perseguibile anche in sede penale.

9- In quali altri paesi il canone viene riscosso tramite le fatture elettriche?

Albania, Grecia, Romania, Serbia e Turchia si legge nella nota di accompagnamento alla legge di Stabilità. In Serbia la misura adottata non ha sconfitto l’evasione (il 70% della popolazione non paga il canone), a Cipro la riscossione tramite bolletta è stata ritirata.

10- Quali controlli verranno messi in campo per contrastare l’evasione?

Dal giugno 2016 il fisco si servirà della banca dati nazionale chiamata “Sistema Informativo Integrato” che viene gestita dall’Acquirente Unico di proprietà del Gestore dei servizi energetici .

Previous post

Usa, Carapelli e Bertolli ritirati dai supermercati

Next post

Melegatti antigay, la ditta ritira la pubblicità dai suoi social

The Author

enrico cinotti

enrico cinotti