News

Le migliori e peggiori compagnie aeree Usa: l’indagine di Consumer Reports

Tariffe alte, tasse nascoste, cabine affollate, sedili sempre più stretti. Sono tra i tanti problemi riscontrati in un’indagine sulle compagnie aeree condotta questa estate dal Centro Nazionale delle Ricerche di Consumer Reports, mensile americano dei consumatori.

All’analisi hanno contribuito più di 14.000 passeggeri della classe economy e circa 6.000 di prima classe che hanno preso un volo non-stop interno e hanno raccontato la loro esperienza di viaggio commentando: la larghezza dei sedili della compagnia aerea e il comfort, lo spazio per le gambe, lo spazio per i bagagli a mano, la pulizia di cabina e bagno, il servizio di intrattenimento in volo, la facilità a effettuare il check-in e la trasparenza sulle tariffe.

 

LA COMPAGNIA MIGLIORE

Il viaggio più confortevole è risultato quello effettuato con la JetBlue, che ha sbaragliato le altre compagnie aeree soprattutto per il comfort del sedile, della sua cabina economy, per lo spazio che assicura alle gambe dei suoi passeggeri, per la facilità di effettuazione del check-in, per il personale di bordo e per la chiara informazione (in anticipo) circa le tasse da pagare.

Su questi ultimi tre punti hanno raccolto giudizi positivi anche le compagnie Southwest e Virgin America che però sono state penalizzate per i posti angusti e scomodi.

 

E LA PEGGIORE

Il vettore che ha ricevuto le valutazioni peggiori è stato Spirit, che ha ricevuto voti molto bassi su tutti gli aspetti considerati.

 

VIAGGI IN PRIMA CLASSE

Quando si tratta di viaggi di prima classe, Virgin America, Hawaiian Airlines e Alaska Airlines hanno guadagnato un punteggio generale eccezionale. In particolare, la Virgin America ha guadagnato il massimo dei voti su tutta la linea, mentre Alaska Airlines ha mostrato un unico neo quanto all’intrattenimento in volo.

Non molto soddisfatti, invece, i viaggiatori di prima classe di United e US Airways (che dal 17 ottobre è fusa con American). I problemi? Scarsa pulizia di cabina e bagno, cibo e bevande scadenti, così come l’intrattenimento in volo.

 

IL GIUDIZIO COMPLESSIVO

Nel complesso, i passeggeri che hanno partecipato all’indagine americana hanno dato una visione non troppo entusiastica del servizio di trasporto aereo nazionale statunitense. I servizi giudicati peggiori sono stati quelli relativi ai posti a sedere, a cibo e bevande, e all’intrattenimento in volo.

Alla valutazione poco felice su questi punti non sono sfuggite nemmeno le compagnie con punteggi più elevati. I passeggeri di JetBlue, ad esempio, si sono detti non entusiasti di cibo e bevande. Peggio è andata alla compagnia Southwest, i cui passeggeri hanno bocciato il comfort di seduta, lo spazio per le gambe, il cibo, le bevande e l’intrattenimento in volo.

Le tre compagnie aeree statunitensi che controllano circa il 65% del mercato – American, Delta e United – si sono posizionate a metà classifica.

Previous post

Megabus.com lancia la promozione d'inverno: 50mila biglietti gratis in Ue

Next post

Piemonte, Coop ritira Farina di mais Bramata Bianca

The Author

carla tropia

carla tropia