News

RadioLibri, la prima web radio per chi ama la lettura

Lettori forti e fortissimi. Renitenti alla lettura e pentiti dell’ultima ora. Topi da biblioteca e maniaci del digitale. Ascoltatori assidui o meno e internauti attenti, ma anche semplicemente curiosi di tutta la rete. Per tutti quanti, da oggi c’è uno spazio sul web dedicato al mondo della letteratura in tutte le sue infinite sfumature: è on line RadioLibri (www.radiolibri.it) la prima e unica web radio dedicata agli amanti della lettura.

Si può ascoltare tramite il sito, in podcast e seguire presto con un’app dedicata: si potrà inoltre entrare in contatto con la redazione attraverso la pagina Facebook “Radiolibri”.

Il palinsesto prevede 80 rubriche settimanali che, dalle 6 della mattina in poi ripropongono, in un flusso continuo tutte le atmosfere del mondo della carta. Sono 24 le finestre quotidiane che portano l’ascoltatore a esplorare ad esempio nuovi paesi attraverso i libri con Viaggiare leggendo o a immergersi nel mondo del thriller e nel noir con La nobile arte del delitto.

radiolibri-fb7

Ogni giorno poi ha il suo Libro del giorno, ma sfoglia anche le pagine dei giornali con È la stampa bellezza! e informa sulle ultime uscite editoriali con Freschi di stampa. Non manca uno spazio quotidiano dedicato ai piccoli lettori e ascoltatori con C’era una volta mentre i patiti di cinema e di musica troveranno pane per i loro denti con Play movie e Play music.

Parole in sintonia

Carlo Mancini, ideatore e coordinatore del master in Radiofonia presso l’Unisob di Napoli, è lo Station manager di RadioLibri e arriva a questa nuova avventura dopo un’esperienza decennale nei network radiofonici (Rds e Radio Capital tra le altre): “Siamo l’unica emittente dedicata ai libri e al mondo della lettura nel mare magnum delle web radio. Questa unicità, sulla quale ha puntato molto il nostro editore Matteo Fago, si sposa con un format ben preciso che è quello di una talk radio: siamo una radio che parla o se vogliamo che ‘suona in una certa maniera’, attraverso le parole e non solo”.

Secondo le indagini di mercato tra i target più appetibili ci sono proprio i lettori dei libri perché giudicati molto curiosi e disposti a soddisfare i bisogni non solo del corpo, ma dell’anima e della mente. Quale sarà il pubblico di RadioLibri? “Ci aspettiamo – aggiunge Mancini – di avere gli addetti ai lavori, librai, editori e tutte le professionalità della filiera, ovviamente i lettori tradizionali, ma l’obiettivo è quello di aprirci a fasce di pubblico giovane e anche a chi magari attraverso la radio scopre il mondo della lettura”.

Un’offerta unica

Come in ogni libreria che si rispetti anche RadioLibri ha i suoi scaffali: una rubrica quotidiana che ogni giorno si sdoppia per offrire due momenti dedicati ad argomenti diversi. Al lunedì Lo scaffale dell’arte ci accompagna a visitare mostre e musei mentre quello dell’e-book ci fa scoprire come anche le nuove tecnologie possono offrire sorprese “librarie” interessanti. Il martedì si entra in Cucina tra libri di ricette e non, e poi si sorride o si riflette o le due cose insieme con le Graphic novel.

Mercoledì invece si spulciano i libri di Storia e si suggerisce ai ragazzi cosa leggere tra le ultime uscite di letteratura Young adult, e poi ancora si parla di Poesia, di Scienza, di Spiritualità e di tutto ciò che ruota intono al mondo dell’Immaginario.

“Una comunità forte e agguerrita”

Giorgio Gizzi  libraio di lungo corso e consulente di diverse case editrici è il è il direttore editoriale di RadioLibri: “Non siamo una radio paludata o esclusiva per gli iniziati della letteratura: RadioLibri vuole essere il punto di riferimento della comunità dei lettori che sappiamo essere forte e agguerrita. Per questo oltre alle novità diamo spazio anche ai libri che a nostro giudizio meritano di essere riscoperti; riserviamo attenzione anche a generi letterari, come il giallo, la poesia e la narrativa di viaggio, che spesso non hanno lo spazio che meritano nelle trasmissioni radiofoniche; infine vogliamo far crescere i giovani lettori che si sono avvicinati alla lettura attraverso il genere Young adult, stimolandoli verso altre proposte letterarie, così che possano crescere nelle letture. Ci sembra importante sottolineare come l’unico settore non investito dalla crisi che ha toccato l’editoria italiana in questi anni: quello dei libri per ragazzi, riceve un’attenzione radiofonica fortissima che non ha finora avuto uguali”.

Per conoscere più da vicino la nuova web radio basta collegarsi su www.radiolibri.it e…buona lettura!

Previous post

Dentini, una crosta di parmigiano per lenire il dolore

Next post

Airbnb si scusa per la pubblicità aggressiva

The Author

enrico cinotti

enrico cinotti