News

Tosse? Vicks e Fluimucil “inefficaci”

Ai primi colpi di tosse, chi è che non corre subito in farmacia alla ricerca del farmaco miracoloso? Quello che, come la migliore pubblicità insegna, ci rimette in piedi nel giro di pochi minuti e non ci fa rinunciare alla partita di calcetto o al cinema con gli amici? Ecco, sappiate che la corsa è inutile e possiamo risparmiarcela, così come i soldi per l’acquisto di un prodotto che è acqua fresca per la nostra tosse.

Ad affermarlo è il mensile francese 60 millions de Consommateurs che ha verificato l’efficacia di 37 medicinali per adulti contro la tosse e acquistabili senza ricetta, tra cui i noti Vicks espettorante (sciroppo da 120 ml) e Fluimucil espettorante (soluzione orale da 200 ml), scoprendo che più della metà è perfettamente inutile o presenta più rischi che benefici per la nostra salute.

Sciroppi e compresse contro la tosse, sia grassa che secca, non risolverebbero dunque i fastidi di stagione e anzi potrebbero addirittura provocare effetti collaterali negativi a causa della loro formulazione, tanto che per 3 prodotti tra quelli testati secondo la rivista francese dovrebbe scattare direttamente il ritiro dal mercato.

È il caso delle compresse Néo-codion e dello sciroppo Rhinathiol, venduti contro la tosse secca, che contengono dei principi attivi dagli effetti contraddittori: mentre un ingrediente agisce contro la tosse secca, un altro favorisce l’espettorazione. E a sparire dal mercato dovrebbe poi essere lo sciroppo Thiopectol in cui il grado di alcol è troppo elevato.

A parte questi casi estremi, la rivista francese non si sente comunque di consigliare nessuno dei 13 prodotti contro la tosse grassa che ha valutato. Che si tratti di espettoranti o fluidificanti, e quale che sia il principio attivo presente nel medicinale, nessuno ha dato prova di reale efficacia. Fortunatamente, però, notano i francesi, almeno i farmaci in questione non espongono a seri effetti indesiderati, al massimo possono provocare dei fastidi al sistema digerente.

Anche con riferimento ai prodotti contro la tosse secca (che tra l’altro spesso si trasforma in tosse grassa prima di guarire completamente), gli studi hanno dimostrato che i migliori (appena 5) hanno un’efficacia modesta e la loro assunzione può comunque avere effetti indesiderati come la sonnolenza.

Infine, gli esperti della rivista francese hanno rilevato, nella lista degli ingredienti, la presenza di un buon numero di sostanze indesiderate, come alcol e allergeni potenziali, quali conservanti e coloranti.

Insomma, in mancanza di segnali preoccupanti come febbre elevata o difficoltà respiratoria, sarebbe meglio lasciare che la tosse passi da sola o rifugiarsi nei classici rimedi della nonna: bevande calde con miele e limone, due semplici ingredienti dalle notevoli proprietà espettoranti e battericide.

E pazienza per la partita di calcetto.

Previous post

Tutto quello che troverete nel nuovo numero de il Test

Next post

Protesi Silimed: sospesi anche i prodotti a marchio Coloplast

The Author

carla tropia

carla tropia