News

Bromato di potassio, in America ancora in troppi prodotti da forno

Pochi alimenti evocano l’immagine di salubrità come il pane appena sfornato. Ma la farina utilizzata in molti prodotti da forno commerciali può includere un additivo che è stato collegato al cancro. L’allarme è stato lanciato dell’Environmental working group (Ewg), un’organizzazione no profit americana, che ha trovato il bromato di potassio in 86 prodotti da forno delle principali marche in vendita negli Stati Uniti. Il bromato di potassio è stato classificato dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro come “possibile cancerogeno per l’uomo”. Nei test su animali di laboratorio, l’esposizione a bromato di potassio ha aumentato l’incidenza dei tumori alla tiroide e al peritoneo. Nel Regno Unito, in Canada, in Brasile e nell’Unione Europea non è consentito per l’uso o è vietato come additivo alimentare mentre in California è previsto che le confezioni di cibi con bromato di potassio devono riportare un’etichetta di avvertimento. Nonostante tutti questi avvertimenti, l’industria alimentare continua ad utilizzare il bromato di potassio per rafforzare la pasta e avere il pane finito di un color bianco attraente.

Previous post

Reati agroalimentari: la riforma Caselli presentata al ministro Orlando

Next post

Bayer ritira l'anticoncezionale Arianna 60/15

The Author

Valentina Corvino

Valentina Corvino