News

Renzi allarga le maglie: “Contanti fino a 3mila euro”

Si allentano le maglie sulla tracciabilità dei pagamenti. Rispondendo ai microfoni di Rtl 102.5 il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha spiegato che inella legge di Stabilità “l’obiettivo è riportare i lvelli del contante alla media europea: oggi non si può spendere più di 999 euro in contante, riportare il limite a 3mila euro – il livello francese – vuole incoraggiare di nuovo i consumi”. E poi ha aggiunto: “Facciamo la lotta all’evasione, ma non andiamo al terrore. Se uno ha la possibilità di spendere soldi, fino a 3mila euro, lo faccia”.

Attualmente il limite dei pagamenti in contanti è fissato a mille euro, una stretta che fu introdotta dal decreto Salva Italia del governo Monti varato nel dicembre 2011 e in vigore dal primo gennaio 2012. Un giro di vite reso necessario dall’elevata evasione fiscale che in Italia ogni anno vale circa 120-180 miliardi di euro. Attualmente la normativa antiriciclaggio prevede una sanzione dall’1 al 40% dell’importo trasferito per chi trasferisce somme di denaro superiori a mille euro.

Nel 2014 il ministero dell’Economia aveva fatto un parziale diefront nell’applicabilità della norma relativamente ai pagamenti dei canoni di affitto eliminando l’obbligo di pagare con bonifico o assegno l’affitto: per cifre inferiori a 1.000 euro, dal 17 febbario 2014, si può usare il contante, e che chi riscuote la somma deve rilasciare una prova documentale, una ricevuta che abbia valore legale.

Previous post

In California la prima legge contro l'abuso di antibiotici in allevamento

Next post

Pane fresco? Lo dirà l'etichetta

The Author

enrico cinotti

enrico cinotti