News

Lettini agli infrarossi contro il mal di schiena: miracolo o bluff?

Qualcuno l’ha definito il male del secolo: di mal di schiena sono afflitte un po’ tutte le categorie di persone, piuttosto trasversalmente anche dal punto di vista dell’età. Tante ore seduti in ufficio, un movimento sbagliato e non controllato nel sollevare pesi, alzarsi bruscamente dal letto la mattina sono alcune delle svariate cause che portano allo scatenarsi di un dolore che in alcuni casi diventa pressante e continuo e, quando più grave, può intaccare la quotidianità e le relazioni interpersonali. Il Test a questo argomento, dedica un lungo servizio nel numero in edicola dal 24 settembre, analizzando anche il ruolo emergente degli osteopati, una categoria professionale molto amata dagli italiani ma ancora non riconosciuta nel nostro paese.

12 MILIONI “DOLORANTI”

Che si tratti di un male sociale assai diffuso lo dimostra anche uno studio del 2014 della Fondazione Isal (Istituto di ricerca e formazione in scienze algologiche) che stima che oltre 12 milioni di italiani ne siano affetti.

Inevitabile, dunque, che chi soffre del famigerato “mal di schiena” faccia ricorso a cure o terapie che allievino il dolore: dai medicinali classici all’omeopatia passando per le discipline fisico-riabilitative che aiutano a perfezionare la postura, esistono anche una serie di apparecchiature che, secondo alcuni, alleviano il male notevolmente fino a farlo sparire. Come quelle che ha segnalato a Il Test un lettore, Viero Dalla Chiusa, e prodotte dalla azienda Asiagem (www.asiagem.net).

LETTINI MAGICI AGLI INFRAROSSI

Si tratta di una ditta che realizza prodotti di vario tipo da utilizzare contro il dolore e per incentivare il benessere fisico, invitando i clienti a provarli gratuitamente anche più volte per testarne l’efficacia. La gamma dei prodotti è molto ricca e va da Crisalide, il lettino massaggiante che si avvale dell’uso degli infrarossi emessi da pietre come la giada al materassino bio-magnetico che – secondo i consigli dell’azienda – è utilizzabile tutta la notte. Proprio questa tipologia di utilizzo, così prolungato, suscita in alcuni clienti la preoccupazione che possa diventare dannoso. Sebbene, dopo una prova gratuita durata una ventina di giorni, il nostro lettore dichiari di avere avuto effetti benefici e di essersi trovato con una situazione decisamente migliorata dal punto di vista del dolore.

IN APPARENZA INNOCUI

Alessandro Nada, phd student in Fisica all’Università di Torino, chiarisce il funzionamento dei raggi infrarossi: “Ogni oggetto caldo di per sé emette raggi infrarossi, anche il corpo umano lo fa”, spiega. E aggiunge. “Il sole emette tutto lo spetto elettromagnetico che va dai raggi più energetici – gli Uva – a quelli meno energetici – gli infrarossi -: tutti viaggiano attraverso i fotoni. Gli Uva risultano più dannosi perché penetrano più profondamente nella pelle, gli infrarossi sono tendenzialmente innocui”. La conseguenza di questo ragionamento è che “difficilmente possono diventare pericolosi per la salute”. Ovviamente dando per scontato che le temperature alle quali vengono emanati siano equilibrate.

Lo specifica anche Giovanni Truppo, ortopedico del Centro clinico ortopedico di Bologna, pur non conoscendo i prodotti Asiagem: “Il caldo in generale riattiva la microcircolazione che, a sua volta, accelera il processo che pone fine all’infiammazione. Immagino che le temperature a cui vengono emanati i raggi infrarossi non siano elevate”.

Giulio Sergio Roi, dell’Educational & research department Isokinetic medical group, sottolinea di non poter fornire opinioni sui prodotti Asiagem che non conosce, ma ci spiega: “Il nostro trattamento utilizza l’esercizio personalizzato e basato sulle evidenze pubblicate nella letteratura scientifica internazionale, mentre utilizziamo solo marginalmente le terapie fisiche”.  Un aspetto, quello della ricerca scientifica, su cui si è soffermato anche il fisico Nada: “Pur non conoscendo questi prodotti e gli effetti che hanno sul dolore, inviterei, in linea di principio le persone ad essere prudenti quando si tratta di salute”.

 LA PRUDENZA NON È MAI TROPPA

L’azienda Asiagem riporta sul suo sito, all’interno delle schede dei prodotti, alcuni studi scientifici che evidenzierebbero la validità dell’utilizzo dell’elettromagnetismo e dei suoi effetti sul corpo, sebbene non vengano evidenziate nel dettaglio le fonti e il legame con quanto la ditta stessa crea e produce.

Più perplesso di tutti rispetto alla durata di utilizzo prolungata di apparecchi ad infrarossi è il fisiatra Michele Catenacci del Centro medico Santagostino: “Gli infrarossi sono ormai obsoleti come trattamento anti-dolore e comunque io eviterei di sottoporsi per tante ore a raggi infrarossi senza conoscere bene le modalità con cui l’apparecchio è stato realizzato. Oltre tutto – aggiunge – bisogna tenere conto del fatto che l’origine del mal di schiena non è sempre la stessa e che quindi bisogna diversificare i trattamenti a seconda delle cause rivolgendosi ad esperti”.

 

Previous post

Carrefour richiama sedia in legno modello regista

Next post

Scandalo Volkswagen, ecco perché in Europa non può accadere

The Author

Chiara Affronte

Chiara Affronte