News

StopGlifosato, le 10 misure alternative all’erbicida

Anche in Svizzera le associazioni dei consumatori hanno dichiarato guerra al glifosato, il pesticida che lo scorso marzo l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro ha inserito nel gruppo delle sostanze “probabilmente cancerogene”. L’ACSI e i suoi colleghi dell’Alleanza delle organizzazioni dei consumatori hanno, infatti, scritto all’Ufficio federale dell’agricoltura (UFAG) e all’Ufficio della sicurezza alimentare e affari veterinari (USAV) affinché ritirino, a scopo precauzionale, le autorizzazioni di vendita dei prodotti a base di glifosato. Inoltre, hanno chiesto – con successo – alle catene commerciali Coop, Migros, Jumbo, Landi, Hornbach e Brico di ritirare dal loro assortimento, volontariamente e senza attesa, questi prodotti e che riprendano i prodotti riportati dai consumatori per dimostrare concretamente il loro impegno in favore della salute dei consumatori e dell’ambiente. Nel frattempo, le associazioni hanno messo a punto dieci misure preventive e alternative all’impiego di erbicidi

Misure preventive

1) Pulire

La pulizia regolare previene l’accumulo di materiale fine in cui le erbacce potrebbero germogliare.

2) Delimitare le zone verdi

La delimitazione è una misura preventiva impiegata soprattutto nell’ambito della manutenzione delle strade che consente di rimuovere periodicamente (ca. ogni 5-10 anni) il materiale intrappolato nella vegetazione e la sporcizia compattata proveniente dalle strade.

3) Colmare i punti scoperti

Sulle superfici impermeabilizzate le erbacce crescono nelle fenditure, giunture e fessure, ossia in tutti i luoghi in cui si accumula il materiale fine. Si tratta soprattutto di superfici che vengono impiegate di rado da pedoni e veicoli. Se si ricoprono le fenditure e si risana il rivestimento di tali superfici, si può evitare la crescita delle erbacce.

Metodi di contrasto

4) Sarchiare / zappare / scavare

Per evitare che germoglino di nuovo dopo la sarchiatura, le erbacce dovrebbero essere completamente sradicate. Il metodo più pratico consiste nello zappare il terreno secco con l’ausilio di un coltello.

5) Sfalciare

Le superfici verdi quali i cigli delle strade e le scarpate devono essere sfalciate. Lo sfalcio e l’eliminazione del materiale tagliato prevengono l’ammasso di mate- riale vegetale putrefatto nei pressi delle strade.

6) Sfalciare prima di seminare

In presenza di erbacce che prolificano grazie a semi, è particolarmente importante rimuoverle prima di seminare.

7) Coprire il terreno

La maggior parte delle erbacce da giardino germoglia grazie alla luce quindi al fine di prevenire lo sviluppo delle erbacce occorre dunque coprire il terreno mediante sovescio o pacciamatura oppure con corteccia, teli o paglia.

8) Vangare il terreno

Se le erbacce si diffondono in modo eccessivo o l’aiuola deve essere risistemata, si può procedere vangando la superficie in questione. Ciò consente di far scomparire nel sottosuolo i semi e le radici delle erbacce potenziali.

9) Incenerire con un bruciatore

La combustione rappresenta un procedimento termico per lottare contro la diffusione delle erbacce e consiste nell’eliminazione delle erbacce mediante bruciatori alimentati a gas, raramente a gasolio.

Riorganizzazione

10) Creare superfici estensive

Spesso le superfici a coltivazione intensiva possono essere sostituite da superfici estensive quali prati magri e fioriti, prati naturali o aree ruderali. Queste superfici non rappresentano soltanto un biotopo adatto per la fauna e la flora, bensì richiedono anche una manutenzione decisamente minore.

 

Previous post

Scadenza errata, ritirato formaggio Granarolo

Next post

Come intervenire in caso di soffocamento (il video)

The Author

Valentina Corvino

Valentina Corvino