News

GDF Suez e Green Network nel mirino dell’Antitrust

Le attivazioni non richieste nel mercato dell’energia elettrica e del gas tornano nel mirino dell’Autorità df. L’apertura dei provvedimenti, scrive l’agenzia Help Consumatori segue le numerose segnalazioni fatte dalle associazioni di consumatori, che con cadenza ormai regolare denunciano le pratiche scorrette spesso attuate dalle aziende nel mercato libero dell’energia.

I due provvedimenti sono stati pubblicati nell’ultimo bollettino dell’Autorità Antitrust, che scrive: “La società GDF Suez, nell’esercizio della propria attività, avrebbe posto in essere pratiche commerciali scorrette, nei confronti di consumatori o piccole imprese, consistenti: nell’attivazione di forniture non richieste di energia elettrica e/o gas in assenza di una corrispondente manifestazione di volontà o sottoscrizione del contratto da parte del cliente; nella comunicazione, tramite gli agenti e/o gli operatori di call center, di informazioni ingannevoli od omissive in ordine ai motivi della visita/telefonata, all’identità del professionista o alle caratteristiche e condizioni economiche dell’offerta commerciale al fine di attivare forniture non richieste di energia elettrica e/o gas; ostacoli all’esercizio del diritto di ripensamento”.

Istruttoria aperta anche nei confronti di Green Network Luce & Gas, che fra ottobre 2014 e aprile 2015 “avrebbe attivato forniture non richieste di energia elettrica e/o di gas naturale finalizzate all’acquisizione di clientela residenziale e di piccole imprese sul mercato libero”.

Previous post

Le novità della negoziazione per separazioni e divorzi

Next post

Cancelletti Ikea, pericolosi per bimbi e neonati

The Author

Riccardo Quintili

Riccardo Quintili