News

In edicola il Test, il giornale partigiano dal cuore antico

Un giornale dal cuore antico con un’ambizione, una veste e una formula nuova. È questo, in pochissime parole, Il Test, il mensile che esce in tutte le edicole oggi.
Partiamo proprio dal cuore, che è quello che ha contraddistinto il Salvagente, l’unica esperienza di un settimanale dei consumatori in edicola. Non a caso, già nella testata è simboleggiata un po’ tutta quella esperienza: un salvagente stilizzato e il richiamo, facilmente individuabile, mensile dei Diritti, dei Consumi e delle Scelte.
Ma non di una semplice replica si tratta, per quanto rinfrescata da una grafica tutta nuova e da una cadenza diversa. E il nome che abbiamo scelto assieme al nostro editore Matteo Fago, che ha deciso di scommettere su un patrimonio come quello dell’informazione al consumatore che rischiava di sparire varando un nuovo mensile e rilevando la storica testata del Salvagente, vuole essere una sorta di manifesto programmatico di un giornale dalla parte del cittadino e del consumatore.

Moderni alchimisti
Il termine test, diventato oramai parola comune in tutte le lingue, nel francese antico identificava il “vaso” utilizzato dagli alchimisti per saggiare l’oro. Ecco, noi proprio questo vogliamo fare: mettere alla prova tutto quello che nelle pubblicità dei prodotti, nelle comunicazioni degli operatori che ci propongono servizi, negli annunci delle istituzioni che regolano la nostra vita, appare con contorni aurei.
Che si tratti di alimenti, elettrodomestici, cosmetici o altri oggetti del vivere comune, sfrutteremo le armi consuete dell’informazione indipendente al consumatore (molto più diffusa negli Stati Uniti o in Nord Europa che da noi, a dire il vero, ma permetteteci di augurarci che la nostra esperienza possa aiutare a colmare questa distanza). Ci affideremo, cioè, all’esperienza di un pool giornalistico specializzato da molti anni, all’ausilio di esperti, ricercatori e scienziati liberi da ogni conflitto di interesse. E utilizzeremo laboratori di autorevolezza indiscutibile per esaminare ciò che abbiamo scelto e acquistato.
Facendo nomi e cognomi, nel bene (come ci accade già in questo numero con i 24 caffè usciti egregiamente dalle analisi dell’Università di Napoli) e nel male (è il caso, questo mese, delle padelle passate al setaccio da Stefano Montanari, di cui pubblichiamo in esclusiva uno studio inquietante).

Senza guardare in faccia nessuno
Ma l’ambizione di diventare uno strumento a disposizione dei nostri lettori, non si esaurisce con i test comparativi. A essere messo alla prova sarà anche il rispetto dei diritti dei cittadini da parte di tutti, banche, gestori di servizi, enti pubblici, multinazionali. Senza preconcetti né soggezione o, per usare uno dei messaggi di auguri più graditi tra quelli arrivati in redazione, “senza guardare in faccia nessuno”. Lo faremo dando voce alle segnalazioni che ci invierete, con un lavoro di inchiesta serio e, consentitecelo, parziale.
Non vogliamo fare un giornale asettico ma un’informazione orgogliosamente di parte, dalla parte del cittadino. Per farlo utilizzeremo le pagine del mensile, il nostro sito e i social.

Il web… utile
Sul web proprio da oggi fanno il loro esordio le guide utili (con tre classici: “Come contestare le multe” , “Sopravvivere ai contratti telefonici”  e “Ottenere giustizia senza tribunali”) e servizi come “Chiedilo a il Test”, in cui un pool di esperti risponde ai vostri quesiti su temi precisi. Si parte, in questo caso, con il “730” e il “diritto di famiglia”. Insomma tante e tante novità che, speriamo, in molti “mettano alla prova”.

Previous post

La proposta indecente di New Livingston

Next post

ANTIADERENTI, LO STUDIO SUL RISCHIO NANOTECH

The Author

Riccardo Quintili

Riccardo Quintili