News

Olio, Guariniello ipotizza frode in commercio

Frode in commercio. È questo il reato ipotizzato dal procuratore di Torino Raffaele Guariniello che ha aperto un fascicolo a carico di ignoti e avviato i campionamenti di rito a seguito della pubblicazione dei risultati delle analisi dell’Agenzia delle Dogane per il Test che hanno portato al declassamento di 9 extravergini a semplici oli vergini. Nessun problema per la salute del consumatore ma per il suo portafogli sì: convinto di portare in tavola un extravergine, si può ritrovare ad aver speso un 30-40% in più per un olio che, alla prova organolettica, può appartenere alla categoria inferiore.

Le bocciature

Il Test, come si può leggere nel numero in edicola, ha fatto analizzare 20 bottiglie di extravergine tra le più vendute sugli scaffali dei supermercati italiani dal Laboratorio chimico dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che ha sottoposto i campioni tanto all’esame organolettico del panel test (il Comitato di assaggio delle Dogane è uno dei pochi in Italia certificato e accreditato anche in sede di revisione e tra i pochi che opera in regime di conformità alla norma UNI EN ISO/IEC 17025) quanto all’esame chimico (perossidi, acidità e alchil esteri) per verificare il rispetto dei parametri normativi. Nove oli su 20 sono stati bocciati all’esame organolettico in quanto hanno riportato dei difetti e, considerato che per legge un extravergine non può avere attribuzioni organolettiche negative, sono stati declassati a semplici vergini.

Konsumer: “Pratiche commerciali scorrette”

In attesa dei campionamenti predisposti dal procuratore di Torino Guariniello, la scorsa settimana l’associazione dei consumatori Konsumer ha presentato nove esposti per pratiche commerciali scorrette all’Antitrust nei confronti delle nove aziende i cui oli extravergini sono stati declassati dalle analisi delle Dogane. Spiega Fabrizio Premuti, presidente di Konsumer: “Abbiamo presentato un esposto per ogni singola etichetta di olio bocciata dal panel test e risultata non rispondente ai criteri organolettici previsti dalla legge per gli oli extravergine. Ci riserviamo azioni collettive nei confronti dei produttori”.

Previous post

Il canone per il telefono Telecom? È per tutta la vita...

Next post

Coop ritira il preparato Idee di Soia

The Author

enrico cinotti

enrico cinotti